giovedì 6 aprile 2017

ACP Bossong, ecco com'è la versione 3.0

In accordo ai suoi standard che puntano sempre al miglioramento, Bossong ha annunciato che il programma di calcolo ACP BOSSONG è stato ulteriormente rinnovato. La nuova versione 3.0, infatti, è stata implementata con funzionalità che rendono la progettazione più flessibile e completa. Ne abbiamo parlato con l’ingegner Valerio Ruggeri, responsabile ufficio tecnico Bossong.

 

 

Che cosa è stato fatto nello specifico?

Prima di tutto abbiamo introdotto nuove lingue. In aggiunta all’Italiano e all’Inglese, la nuova versione del software conterrà anche il Tedesco e Francese. Poi, adesso, utilizzando il pannello “MODIFICA PIASTRA” aggiunto nella nuova versione ACP Bossong 3.0, oltre alle configurazioni standard, è possibile creare liberamente la geometria dell’oggetto da fissare inserendo le coordinate dei vertici e dei fori senza limitazioni sul numero massimo di ancoranti.


Cosa è stati fatto per quanto riguarda gli ancoranti? 

Abbiamo aggiunto dei filtri di selezione. Questo filtro ancoranti fornisce diversi criteri di preferenza delle specifiche dell’ancorante, in modo che il software restituisca tra i risultati del calcolo solamente i prodotti che rispettano determinati requisiti definiti dall’utente. E ci sono diversi parametri su cui è possibile impostare il filtro comprendono. Per esempio, si può scegliere la tipologia di ancorante (meccanico/chimico), la famiglia di ancoranti, il tipo di acciaio impiegato, il tipo di certificazione oppure il diametro del foro nell’oggetto da fissare o il grado di utilizzazione.


Quali sono le altre novità di questa versione 3.o?

L’interfaccia del software presenta una grafica tridimensionale “real-time” per un approccio più intuitivo, consentendo all’utente di visualizzare immediatamente i cambiamenti della geometria del calcestruzzo, delle dimensioni della piastra di ancoraggio e della direzione dei carichi sollecitanti, con la possibilità di inserimento dei dati nel pannello principale o direttamente nell’interfaccia grafica. Le modalità di calcolo sono state poi ulteriormente ottimizzate ad ampliate.


In che modo è stato modificato il calcolo?

Il calcolo dell’ancoraggio si basa sul metodo di progettazione agli SLU (Stato Limite Ultimo) su calcestruzzo in accordo alle linee guida europee: EOTA TR 029 per ancoranti chimici, EOTA ETAG-001 ANNEX C per ancoranti meccanici, ETOTA TR045 per la progettazione sismica e ETOTA TR020 per la progettazione al fuoco. Nella finestra principale è stato inserito il comando “PROGETTAZIONE AL FUOCO” che rende possibile selezionare la durata di resistenza e l’esposizione al fuoco in accordo a EOTA TR020. Poi è stata introdotta anche la progettazione con requisiti di duttilità sugli ancoranti per la Categoria Sismica C2. L’utente ha la possibilità di poter utilizzare una specifica profondità di ancoraggio o di utilizzare la funzione di ottimizzazione al fine di ottenere il massimo coefficiente di sfruttamento con la minima profondità di posa necessaria. Il calcolo con braccio di leva è stato inoltre migliorato con l’introduzione della possibilità di selezione dal valore del grado di vincolo rotazionale.

 

Chi è in possesso della versione 2.2.0 cosa deve fare?

Il programma avviserà direttamente gli utenti nel caso ci sia un aggiornamento disponibile. Si può passare alla nuova versione utilizzando il comando di aggiornamento presente sull’interfaccia. Per ottenere la versione 3.0 è necessario aggiornare il programma dopo aver eseguito l'installazione. Nel caso si preferisca installare l'eseguibile ottenuto tramite download dal nostro sito, prima di procedere si consiglia di disinstallare le versioni precedenti. Si raccomanda di eseguire sempre l’aggiornamento del software se disponibile.