Ruredil spa

Via B. Buozzi, 1
20097 San Donato Milanese (MI)
Tel. 025276041
Fax 025272185

Exocem FP - Malta tixotropica a ritiro compensato con fibre di polipropilene

EXOCEM FP è un premiscelato a base di cemento, inerti selezionati, additivi superfluidificanti, agenti per il controllo del ritiro sia in fase plastica (UNI 8996) sia in fase indurita (UNI 8147) e fibre di polipropilene. Dopo aggiunta di acqua si ottiene una malta tixotropica, fortemente adesiva al calcestruzzo, al laterizio e al ferro, durabile e idonea per riparazioni e rivestimenti strutturali, senza ritiro.

 

EXOCEM FP risponde ai requisiti ai requisiti definiti nella UNI EN 1504/9 ("Prodotti e sistemi per la protezione e la riparazione delle strutture in calcestruzzo: definizioni, requisiti, controllo di qualità e valutazione della conformità. Principi generali per l'uso dei prodotti e sistemi") e ai requisiti minimi richiesti dalla EN 1504-3 ("Riparazione strutturale e non strutturale")per malte strutturali di classe R4.

 


Applicazioni tipo
- Riparazione di elementi lesionati in calcestruzzo;
- reintegro di travi in cemento armato, pilastri ecc. anche sotto traffico;
- giunti rigidi in prefabbricazione;
- rivestimenti strutturali.


Proprietà
Le fibre di polipropilene formano nell’impasto un’armatura secondaria tridimensionale che contrasta qualsiasi fessurazione dovuta a condizioni non ideali di maturazione quali il ritiro plastico o le vibrazioni (dovute per esempio al traffico veicolare). In particolare EXOCEM FP è stato oggetto di una sperimentazione da parte del C.I.S.E. di Milano (bollettino di prova SEV-BC-89-002), in cui è stata evidenziata la proprietà di questa malta a non fessurare, sia in fase plastica che indurita, anche se soggetta, subito dopo il confezionamento, a lunghi tempi di vibrazione su una tavola vibrante che simula le sollecitazioni cui sono soggette, per il traffico veicolare, le strutture da ponte.

 

Inoltre EXOCEM FP presenta

- Elevate resistenze meccaniche a compressione e a flessioni;

- aderenza al calcestruzzo maggiore di 4 MPa a 28 gg (si rompe il supporto);

- aderenza all'acciaio maggiore si 4 MPa con barra liscia; maggiore di 32 MPa a 28 giorni con barra ad aderenza migliorata;

- facilità e rapidità di posa in opera e finitura;

- modulo elastico e coefficiente di espansione termica simile a quello del calcestruzzo;

- resistenza ai solfati (nessun degrado);

- resistenza all'attacco di agenti chimici quali cloruri (sali disgelanti, acqua di mare ecc.), solfati, piogge acide, anidride carbonica;

- elevata impermeabilità all'acqua e alle soluzioni acquose aggressive;

- resistenza ai cicli di gelo e disgelo anche in presenza di sali disgelanti;

- assenza di fessurazioni dal ritiro;

- assenza di bleeding